Yahoo si difende dallo scandalo NSA criptando le proprie reti

Yahoo si difende dallo scandalo NSA criptando le proprie reti
TecnoYouth

A quasi un anno dall’esplosione dello scandalo Datagate, iniziato nel Giugno 2013 in seguito alle rilevazioni di Edward Snowden, inerenti i piani di sorveglianza del progetto NSA Prism, il timore dell’esistenza di una sorta di “Grande Fratello” orwelliano a livello planetario non può certo dirsi placato.

yahoo

Mettendo in luce una vera e propria attività di invasione e graduale distruzione della privacy, tanti giganti del Web si sono domandati come mettere al sicuro i propri utenti: tra questi ricordiamo Yahoo, che dal 31 Marzo di quest’anno ha dato l’avvio ad una iniziativa di grande utilità.

Lo scambio di dati tra datacenter e server avverrà, infatti, grazie a connessioni criptate; evento che di certo potrà far tirare un sospiro di sollievo agli utenti Yahoo che già da mesi hanno appreso una sconcertante verità: la National Security Agency statunitense è perfettamente in grado di monitorare il traffico Web avvenuto tra server di grandi così come di piccole web company, senza mettere da parte l’immancabile Google.

Yahoo sta da tempo studiando il panorama complessivo del datagate, passando dalla criptazione delle mail tramite HTTPS (avvenuta già a Gennaio scorso) e alla sicurezza dello scambio con i provider di posta elettronica all’introduzione di misure di sicurezza per home page, pagine di ricerca e sottosezioni del sito ufficiale.

Tuttavia, il piano difensivo firmato Yahoo sembra non avere particolari confini, ed è stata già comunicata l’emissione gratuita di una versione rimodernata del noto Messenger, che verrà crittografato in tutte le sue parti, così come promesso dal CEO della sicurezza Alex Stamos, che ha intenzione di blindare la piattaforma a tutti i possibili attacchi di facile decrittazione, facendo maturare l’attenzione degli utenti verso la propria privacy allo stesso tempo.

Quindi grosse novità in Yahoo nel capo dedicato alla sicurezza, il quale ad oggi è uno dei fattori più ricercati all’interno dei vari servizi web e per certo questo è un grosso passo avanti verso gli utenti dal grande colosso.

Yahoo si difende dallo scandalo NSA criptando le proprie reti
TecnoYouth