Samsung progetta di sostituire Android con un proprio sistema operativo

Samsung progetta di sostituire Android con un proprio sistema operativo
TecnoYouth

Tra una delle più grandi scommesse nel mondo mobile e smartphone in particolare, la scelta di Samsung di formare una partnership solida con Google ha portato alla diffusione a livello mondiale di migliaia e migliaia di dispositivi dotati del sistema operativo più utilizzato al mondo, ovvero Android.

Questi intensi sforzi di supporto di una piattaforma open e solida sono stati ampiamente ricompensati; tuttavia da alcuni leak documentali sembra che Samsung stia progettando da tempo di arrivare al pubblico con un proprio sistema operativo, bypassando definitivamente l’intervento di Google, in molti pensano che si tratti di Tizen.

tizen-OS

Samsung ha infatti identificato alcuni “nemici” ed obiettivi primari alla scalata al successo, ovvero le abilità di Apple nell’offrire servizi sempre più diversificati, con un OS accattivante e pronto ad accogliere le novità del momento.

Non manca anche quella che viene definita una “key challenge”, ovvero una battaglia da vincere a tutti i costi, contro HTC: obiettivo del tutto legittimo, se si pensa al fatto che essa comprende un’importante percentuale di utenti Android.

Un terzo nemico è rappresentato da Samsung stessa, che cercherebbe di rimpolpare ad ogni costo la già diffusissima gamma Galaxy, ed uscire dai ritardi causati dall’adesione alla Android Update Alliance, patto effettuato con Google, che avrebbe fallito nel proprio intento di portare update veloci sulle proprie piattaforme.

Nasce così l’idea Samsung di creare un proprio OS, aggiungendo nuove app e funzionalità: il progetto è sicuramente realizzabile, come già dimostrato dall’esperienza con Tizen, sistema operativo studiato per l’uso su smartwatch, di diretta ispirazione da Android.

samsung-logo

Si potrebbe così arrivare ad una soluzione software di tipo misto, come già accaduto con Bada, sistema operativo Samsung caduto poi in disuso, infatti il kernel di questo OS permetteva l’interfaccia con numerose applicazioni e dispositivi, svariati miglioramenti di bug ed un’esperienza di uso superiore: attendiamo quindi che Samsung trovi ispirazione nella scelta delle capacità da assegnare a questo ipotetico nuovo OS, che per ora rimane niente più che un’idea su carta.

Samsung progetta di sostituire Android con un proprio sistema operativo
TecnoYouth