Postumi tecnologici: Batman: Arkham City

Postumi tecnologici: Batman: Arkham City
TecnoYouth

Eccoci nuovamente con la nostra rubrica settimanale chiamata “Postumi tecnologici“, in cui analizziamo un gioco dopo averlo completato, vedendo che reazioni ci ha suscitato e se tecnicamente è cambiato da quando lo abbiamo iniziato e tutti i cambiamenti del caso.

Dopo aver visto la settimana scorsa The Wolf Among Us: A Crooked Mile, oggi è il turno di un altro gioco che ha stregato milioni di giocatori nel giro di qualche mese, ovvero Batman: Arkham City.

 Postumi tecnologici-Batman-Arkham-City-giochi

FINE PARTITA

In Batman: Arkham City ovviamente interpretiamo il leggendario cavaliere oscuro di Gotham, nella sua personale battaglia nella difesa della città più oscura e corrotta di sempre. Durante questo gioco Batman si trova contro tutti i nemici più letali che cercano di fargli la pelle tantissime volte all’interno di una sola serata.

Dopo aver completato il gioco, la sensazione che si prova è simile a quella dopo aver visto un dolce che ci piace tanto ma non riusciamo a mangiarne nemmeno una fetta.

Il tutto termina quasi strappando le lacrime dalla tristezza, a causa della precoce “dipartita” del Joker, l’acerrima nemesi di Batman, dopo uno scontro al cardiopalma ed un piano sviluppato dal clown che ha messo i brividi dal primo momento del gioco fino all’ultimo.

Il finale di Batman: Arkham City è veramente inaspettato, suscitando veramente stupore ed incredulità, e che ci ha spinto a chiederci cosa sarebbe successo successivamente nella storia (una piccola anticipazione è stata data con il DLC Harley Quinn’s Revenge).

REPLAY

Dopo aver terminato la campagna principale la voglia di rigiocare a Batman: Arkham City è veramente altissima, e non per la storia che ormai conosceremo benissimo, ma per tutti i bonus che ci sono da scoprire e soprattutto le sfide dell’Enigmista che diventano sempre più ardue ed interessanti.

Per allungare ancora di più la longevità, i ragazzi di Rocksteady hanno aggiunto anche la “Modalità Sfida” in cui ci sono tanti mini-livelli da vincere nel minor tempo possibile. Tra questi l’arena del Pinguino è la nostra preferita, in cui bisogna dare tantissime botte a tutti i nemici che non terminano mai, trasformando un piccolo spiazzo in un’arena per gladiatori. Spettacolare!

Sinceramente, dopo questo capolavoro, non ci aspettavamo una mezza delusione come quella di Batman: Arkham Origins, ma un altro super gioco come quello che dovrà uscire prossimamente ovvero Batman: Arkham Knight che sicuramente divoreremo in pochissimo tempo e che troverete sul nostro sito appena uscirà.

Vogliamo sapere cosa farà Joker e come “risorgerà”. Questo è l’anno del pipistrello ed è ora che torni a vegliare su Gotham. Alla prossima settimana con la rubrica “Postumi tecnologici”!

Postumi tecnologici: Batman: Arkham City
TecnoYouth